Come il mio insegnante di tre elementari mi ha preparato per il successo !!!

Jemima Adejo

Credito fotografico: Libri per l'Africa

Ricordo l'insegnante di classe dei miei primi tre (terza elementare) giorni, era un'insegnante di inglese e mi assicurava che l'intera classe se lo ricordasse. Miss Amaka era rumorosa, frizzante e abbastanza severa. Quando entrava in classe, ci svegliavamo e salutavamo la sua prima cosa al mattino e correggeva eventuali errori di pronuncia, quindi ponevamo domande sui nostri fine settimana / notti. Ero un bambino che amava leggere ed era sempre desideroso di imparare cose nuove; se ne accorse e suggerì libri da leggere: Chike and the River di Chinua Achebe era uno dei preferiti. Mi avrebbe anche parlato di tutte le cose che sapeva che sarei diventato in futuro e mi ha incoraggiato a fare sempre domande. Dopo essermi diplomato alla scuola elementare, non l'ho mai più incontrata, ma ha lasciato un impatto duraturo sulla mia vita e sono diventata un'avida lettrice e una persona estremamente curiosa.

Secondo la National Association for the Education of Young Children (NAEYC), la prima infanzia si verifica prima degli otto anni, un periodo caratterizzato da una rapida crescita e sviluppo del bambino. Durante la fase della prima infanzia, il cervello di un bambino si sviluppa più velocemente che in qualsiasi altro momento della sua vita. La ricerca ha dimostrato che nei primi anni di vita, ogni secondo si formano 700 nuove connessioni neurali (sinapsi). Dopo questo periodo di rapido sviluppo, queste connessioni vengono ridotte attraverso un processo chiamato potatura per consentire ai circuiti cerebrali di diventare più efficienti.

La capacità del cervello di cambiare diminuisce con l'età. È più flessibile (plastica) all'inizio della vita di un bambino consentire una vasta gamma di ambienti e interazioni, ma man mano che il bambino matura il cervello diventa più specializzato ad assumere funzioni complesse ed è meno in grado di riorganizzarsi e adattarsi alle nuove sfide. Questo è il motivo per cui un bambino può imparare più lingue durante il primo anno, ma invecchiando diventa più difficile. Recenti studi sugli investimenti nella prima infanzia hanno mostrato un notevole successo e indicano che i primi anni sono importanti per l'apprendimento precoce. Gli interventi della prima infanzia di alta qualità hanno effetti duraturi sull'apprendimento e sulla motivazione. Non possiamo permetterci di posticipare gli investimenti nei bambini; deve iniziare a questo punto iniziale della loro vita e dovrebbe continuare per tutto il livello di istruzione di base.

Tornando alla storia della mia tre Form Teacher primaria, ha capito l'importanza della lettura e ha assicurato che conservassi il mio interesse per i libri. Imparare a leggere è il principale risultato dell'istruzione primaria precoce. I bambini acquisiscono esperienze, conoscenze e abilità che facilitano l'acquisizione di abilità di lettura efficienti e accurate. Le ricerche condotte in Canada hanno dimostrato che i bambini che hanno scarse capacità di lettura in prima elementare continueranno ad avere difficoltà a leggere più avanti nella vita. Un altro studio condotto su oltre 4000 studenti negli Stati Uniti ha scoperto che gli studenti che non leggono con competenza per la terza elementare hanno quattro volte più probabilità di lasciare la scuola senza un diploma. Lo stesso rapporto ha anche riscontrato che, complessivamente, il 22% dei bambini che vivevano in povertà non si diplomano al liceo, rispetto al 6% di coloro che non sono mai stati poveri. Questo mi ha aiutato a capire il rapporto tra povertà e alfabetizzazione in Nigeria. Con una popolazione di oltre 180 milioni di persone, il 69% delle quali vive al di sotto della soglia di povertà, non sorprende che abbiamo un tasso di alfabetizzazione di poco superiore al 50%. È quindi di assoluta importanza e urgenza intervenire precocemente nella vita dei bambini e prevenire gli impatti negativi e duraturi dell'analfabetismo. Qualunque intervento debba essere effettuato dovrà coprire altri aspetti dello sviluppo della prima infanzia come l'assistenza sanitaria, il benessere emotivo, l'alimentazione e la fornitura di bisogni di base (riduzione dell'impatto della povertà). Secondo la gerarchia dei bisogni di Maslow, i bisogni fisiologici devono prima essere soddisfatti per cambiare comportamento. Dopo che i bambini della scuola sono stati nutriti e collocati in ambienti sicuri che favoriscono l'apprendimento, possiamo quindi concentrarci sul miglioramento del curriculum, degli standard e della qualità degli insegnanti a livello di scuola primaria.

Un tale intervento richiederà un approccio integrato, a partire dalla nascita e garantendo che i bambini sviluppino le capacità emotive, sociali ed educative necessarie per leggere le tre elementari. Il terzo anno nella scuola primaria è un punto cardine dell'educazione di un bambino, il punto in cui i bambini passano dall'apprendimento alla lettura e iniziano a leggere per imparare. Dobbiamo prendere tutte le misure necessarie per garantire che ogni bambino possa leggere per i tre principali. Proprio come nel settore sanitario in cui vengono fatti sforzi urgenti per immunizzare i bambini nella prima infanzia, dobbiamo agire con urgenza per "immunizzare" i nostri bambini dalla povertà e garantire che possano leggere le prime tre.