Strategie per i designer che lavorano nel Deep Healthcare Space

Come dare un senso a un mondo strano e fornire risultati di alto valore

Foto di Felixioncool (Pixabay)

Un po 'della nostra storia con l'assistenza sanitaria

In Impossible, abbiamo lavorato a lungo nel mondo dell'assistenza sanitaria, con clienti che vanno da Babylon Health, che mira a collegare medici e pazienti attraverso la tecnologia, a Samsung, eseguendo protocolli medici specializzati attraverso dispositivi indossabili, e in particolare Roche Pharmaceuticals, che sono sul all'avanguardia della digitalizzazione della medicina avanzata.

I progetti impossibili con Roche sono stati molti e sfaccettati, alcuni nel campo della medicina clinica e altri nel campo della ricerca medica o farmaceutica. In questo articolo mi concentrerò maggiormente sul lato della ricerca delle cose, il che non vuol dire che non puoi ricavarne qualcosa anche se non stai nemmeno lavorando nello spazio sanitario.

La ricerca medica è un campo molto profondo e complesso, e la maggior parte delle persone non ha idea di cosa viene fatto dalle persone che lavorano instancabilmente per cercare di migliorare l'assistenza sanitaria e, in definitiva, migliorare la vita di milioni di persone. Non solo è complicato, ma è anche riservato, per ovvie ragioni. Farò molta attenzione alle informazioni che posso dispensare.

Poiché le cose a questo livello devono essere estremamente accurate e scientificamente provate, sono anche estremamente lente. Tutti desideriamo cure rivoluzionarie per tutti i nostri disturbi, ma non esiste un processo abbastanza simile. Ciò che abbiamo è un approccio scrupoloso alla sperimentazione e all'indagine sugli errori, che mette alla prova le idee dei ricercatori. Questi processi impiegano anni prima che qualcosa venga avvicinato ai test umani, che è una delle fasi finali e più visibili della ricerca.

Ed è proprio per questo che la tecnologia ha un ruolo così importante da svolgere in questi campi. Poiché il processo deve essere condotto con un livello di rigore e protocollo che la maggior parte di noi non ha mai sperimentato nemmeno nel lavoro più serio, ogni parte di esso può essere accelerata attraverso software e hardware che automatizza i passaggi o semplifica la vita degli scienziati , avrà un impatto enorme.

Nel corso degli anni, abbiamo avuto un impatto su molte piattaforme software di Roche, creando modelli di interazione utente completamente nuovi per non solo accelerare il lavoro, ma anche ridurre gli errori. Mentre può essere nuovo e brillante fare UX per una bella partenza, è un gioco completamente diverso lavorare per una grande istituzione sanitaria senza margine di errore. E io, per esempio, lo trovo più eccitante.

Come progettiamo nel profondo di sistemi sanitari complessi

Iniziare un progetto in questo "Deep Healthcare" può essere una prospettiva scoraggiante. In alcuni campi puoi essere preparato, c'è una ricerca che puoi fare online di cui ti puoi fidare abbastanza per iniziare, ma potrebbe non essere il caso quando hai a che fare con specialisti dei tessuti umani in un laboratorio sotterraneo da qualche parte. Quindi devi assolutamente spegnere il tuo ego ed essere umile.

Trova il tuo insegnante

Nella nostra esperienza, c'è sempre quella persona che ama insegnare. Molti scienziati sono anche insegnanti e non amano niente di meglio di un cervello nuovo. Trova quei contatti attraverso il tuo client e inizia con una sessione di avvio con loro. Stai cercando le basi: in cosa consiste il campo su cui lavorerai, qual è il flusso di lavoro generale che prende le cose dall'ipotesi, attraverso i test, alla pubblicazione?

Cerca di capire chi sono le persone chiave coinvolte in questo processo, ci saranno decine di persone, ma non puoi raggiungerle tutte. Chi sono le persone chiave in ogni fase che possono parlarti dei ruoli degli altri, oltre al loro? Successivamente dovrai passare a parlare con quelle persone.

Questa figura dell'insegnante è il tuo contatto di ritorno, devi costruire un ottimo rapporto con loro. In alcuni casi, abbiamo scoperto che i Product Manager di Roche erano bio-scienziati altamente istruiti ed erano i nostri docenti, sviluppando le nostre conoscenze in modo da poter andare in quelle successive interviste con le parti interessate, sapere cosa chiedere e comprendere le risposte. Altre volte, quei Product Manager sapevano chi in un laboratorio poteva aiutarci a iniziare e solo iniziare a costruire quel ponte.

Diventa un "esperto di laici"

Non prendere questa conoscenza come sacrificabile, è essenziale. Potresti pensare: "Sono un designer, non un dottore", e mentre ciò può essere vero, il tuo lavoro di progettazione sarà buono solo quanto la tua comprensione del mondo in cui stai lavorando. Presta attenzione, impara qualcosa di nuovo con ogni intervista, prendere appunti e studiare. Catturare un termine che non hai mai sentito prima? Prendi nota, cercala più tardi. Quella ricerca online potrebbe non essere utile all'inizio, ma puoi approfondirla se stai cercando conoscenze specifiche.

Se ti lasci immergere nel mondo con piena dedizione, diventerai un "esperto di laici". Ovviamente non uno scienziato, ma con una conoscenza sufficiente che puoi davvero diventare una risorsa per risolvere problemi profondi che colpiscono gli specialisti che lavorano nella ricerca ogni giorno.

Certo, potresti semplicemente fare alcuni test di usabilità, riorganizzare quei pulsanti, creare icone più belle, che potrebbero aiutare. Ma se raggiungi il pieno potenziale del tuo cervello nella comprensione del contesto scientifico, sarai in grado di migliorare davvero interi processi e flussi di lavoro.

Ad esempio, essendo in sintonia con tutto ciò che stava accadendo intorno a un determinato progetto software che stavamo progettando, abbiamo finito per mappare i processi dell'intero laboratorio, il che ha portato a una discussione interna e una revisione completa di tali processi. Mentre avremmo potuto apportare miglioramenti UX al software di ricerca, alla fine abbiamo avuto un impatto positivo in tutto il laboratorio, proprio perché abbiamo capito come funzionava.

Trova un tecnologo

Non tutti sono pazzi per la tecnologia digitale. Nel settore sanitario, è molto comune trovare persone che sono molto caute nell'adottare soluzioni software e hardware che sostituiscono i loro metodi attuali. E c'è una buona ragione per questo, e inutile trattare queste persone come nemiche. Se dai un'occhiata a un'immagine digitale di una biopsia o la guardi al microscopio di 30 anni, ti renderai presto conto che il microscopio è di gran lunga superiore nella qualità dell'immagine.

Quindi, non mettere mai da parte gli utenti che resistono alla tecnologia, invece, è necessario comprendere le loro ragioni e offrire loro contrappeso ai vantaggi che trovano nei loro metodi attuali. La qualità dell'immagine è maggiore, ma quanto velocemente è possibile recuperare un determinato campione dalla memoria? Puoi condividere ciò che stai vedendo con un collega immediatamente? È facile contrassegnare una parte dell'immagine e tornare ad essa in una settimana?

Anche se questa è una buona strategia, troviamo sempre più facile trovare un tecnologo o due all'interno del gruppo di lavoro. Queste sono le persone più adatte a portare quei messaggi a quelli meno aperti.

Come il tuo insegnante del primo giorno, questa persona incline alla tecnologia sarà qualcuno che forse è un passo avanti rispetto ai colleghi e ha una visione più chiara dei vantaggi dei nuovi sistemi software e hardware che renderanno le cose più veloci e più accurate in futuro. Forse questo appassionato di tecnologia è la stessa persona che ti ha insegnato per la prima volta sulla scienza.

E, per favore, non commettere mai l'errore di pensare che l'età sia il fattore determinante nell'entusiasmo della tecnologia. Molti fattori possono contribuire a questo, e talvolta sono i professionisti più anziani e più esperti che hanno una visione più ampia dell'intero processo e comprendono meglio i vantaggi di cose come l'automazione e la digitalizzazione.

La pianificazione è importante quanto la progettazione

Pianificare il tuo progetto, comprenderne l'impatto e sapere come implementarlo al momento giusto è altrettanto importante, se non di più, delle soluzioni di progettazione stesse.

Ricorda quello che ho detto all'inizio: questo è un campo che si muove lentamente. Non perché è obsoleto, ma perché è metodico e attento. Richiede tempo.

Arrivare con un design migliore aiuterà. Tutto ciò che non ha davvero bisogno di essere lento, dovrebbe essere veloce e solo le parti biologiche, chimiche e persino etiche del processo che devono essere lente, dovrebbero essere lente.

Ma l'implementazione di una nuova soluzione radicale potrebbe non essere più veloce. In effetti, probabilmente rallenterà le cose prima di accelerarle. Poiché questo non è il mercato consumer, nessuno è alla ricerca della nuova app brillante, stanno cercando la nuova app più efficiente. Più facile da usare, più veloce da elaborare e più veloce da imparare.

È qui che entra in gioco la pianificazione. Una volta che sei profondamente radicato nelle realtà del campo per il quale stai progettando, avrai la sensazione di come eliminare gradualmente il tuo impatto affinché sia ​​il più efficiente.

Esistono sempre più opportunità di progettazione in ogni progetto: puoi migliorare l'architettura dell'informazione esistente? Esistono regolazioni dell'interfaccia utente che renderebbero i processi più fluidi? Quali sono le modifiche minime praticabili e le principali revisioni?

Pianificare l'esecuzione in base all'impatto rispetto all'interruzione; questo non è il mondo delle startup, vuoi mantenere il primo alto e il più basso possibile.

In conclusione

  1. Resta umile, se non conosci nulla del campo scientifico su cui lavorerai, chiedi un punto di contatto disposto a insegnarti. Chiedi loro una visione d'insieme dell'intero processo e delle persone chiave in ogni fase.
  2. Parla con quelle persone chiave, dovresti avere un po 'di vocabolario ora, scoprire cosa fanno e come; cosa sanno di ciò che fanno gli altri e di come si collegano tutti questi compiti.
  3. Processi cartografici: flusso di lavoro principale, flussi secondari, percorsi dell'utente, architettura dell'applicazione. Disegna mappe visive, stampale, superale, mostrale e fai domande fino a quando non sono complete.
  4. Trova un alleato attento alla tecnologia, dovrebbero prima essere istruiti sui progetti e aiutarti a mettere a punto per trasmetterli meglio ad altri meno inclini alla tecnologia.
  5. Comprendi l'impatto del tuo progetto e pianifica di implementarlo per il minor disturbo possibile con il maggior guadagno possibile in termini di efficienza per l'utente.

E se vuoi, puoi tornare indietro e rileggere questo testo in molti altri contesti, e avrà comunque senso. Per me, questa è l'essenza del lavoro di un designer. Buon apprendimento